Il Mare sommerso

Il nuovo libro di Angy     "Il Mare sommerso"   Anticipazioni

Estratto dal primo capitolo

 Ci fu un tempo, in un preciso momento, in cui ho amato. Poi, il tempo ha spostato molte cose al suo passaggio. Una folata di vento getta a terra tutti i fogli sulla scrivania rovesciando anche il portapenne. Ma posso chiudere le finestre. Un uragano invece, lascia muri divelti, storti e gli oggetti, come passati dentro a una centrifuga, sputati a caso. E non ho più finestre da chiudere. Tu sei stato l'uragano che ha devastato il mio intimo mondo. Ora voglio ricostruire e tornare a chiudere le imposte.

Sceglierò anche i colori delle pareti, i mobili nuovi. Devo togliere l'odore stantio di te. Tu che hai avvelenato, giorno dopo giorno, la mia realtà. Facendomi dubitare di me stessa. Manipolando di continuo la mia vita. Non so come, ma era qui che abitavano tutte le tue ragioni. Prendevano forma, diventavano autonome e schiacciavano tutto.

Estratto dal quarto capitolo

Era appagante come la bulimia. Ci volevamo sempre più, i nostri corpi non erano mai sazi. Ci abbuffavamo di noi, finché non restava più alcun desiderio. Mi stavi fagocitando e alla fine mi vomitavi addosso tutto il tuo fiele. Amaro come la tua vita. Volevi sporcarmi, rendermi più simile a te. Mi rotolavo nel fango della tua esistenza. Più mi muovevo e più m'invischiavo. Finché il grigio m'inglobava. La mia luce si affievoliva fino a spegnersi.


Commenti: 0